Si narrano leggende di uomini divenuti ricchi, ricchissimi, dopo essersi trasferiti in Australia… Leggende di uomini (e donne), capaci di risanare i conti bancari dei propri parenti in Italia, delle sue successive 3 generazioni, e perchè no, anche degli antenati!!!

Ci sono però momenti durante i quali la realtà esplode prepotentemente in un articolo (in questo caso il nostro), col quale spiegheremo cosa aspettarsi (e cosa NON aspettarsi) dopo la prima settimana di lavoro in Australia, già perchè qui lo stipendio viene pagato settimanalmente, prima buona notizia. Ma attenzione a non credere a tutti i luoghi comuni sulla vita in Australia (non del tutto esatti): gli stipendi in Australia sono altissimi, si vive alla grande e sono tutti ricchi da fare schifo! Facciamo chiarezza…

Ricordate che i 4 fattori principali che determineranno il vostro stipendio (quindi la vostra figura professionale) sono:
-Conoscenza della lingua Inglese
-Esperienze e Titoli acquisiti durante il vostro percorso lavorativo
-Capacità di negoziazione
-Culo

Vi avverto che questo articolo è pieno di tabelle e poche immagini (provate solo a cercare in google immagini “stipendi australiani” e sarete sommersi da tabelle), quindi mi spiace annoiarvi ma erano necessarie per spiegare meglio i concetti affrontati…


FAQ (frequently asked questions), ma noi preferiamo chiamarle DDE (domande da evitare)

-Posso mantenere una famiglia con uno stipendio medio australiano?
-Lo stipendio viene tassato molto? Come in Italia?
-È vero che nelle farm (fattorie) si guadagna molto?
-Posso lavorare 6 mesi e vivere di rendita i restanti 6 mesi dell’anno? (Di solito viene chiesto da chi vuole spendere i restanti 6 mesi tra party e viaggi, come dargli torto)
-È vero che un pizzaiolo guadagna più di un medico???

Ecco per farla breve risponderei a queste domande in un’unica soluzione… NO!
Ma andiamo più in dettaglio e rispondiamo alla domanda principale…

Quanto si guadagna in Australia?

Stipendi in AustraliaPartiamo col dire che qui lo stipendio minimo ad oggi ammonta a quasi $17/ora lordi, il chè dà l’idea che anche nella peggiore delle ipotesi, se si riesce a lavorare full time (38 ore), comunque si racimolerebbero almeno $640 a settimana. C’è però da tenere in considerazione che ci saranno sempre i furbetti (normalmente Asiatici, Italiani e Greci, a volte del sano ‘auto-razzismo’ non guasta) che tenteranno di pagarvi in nero, soprattutto se all’inizio vi dimostrerete alla ricerca disperata di un lavoro, il che gli darà modo di eludere il “vincolo” della paga minima, proponendovi dunque una paga di $15, $14 e alle volte anche $11/ora!

Tre consigli: rifiutate, rifiutate, ma soprattutto RIFIUTATE!!! So perfettamente che all’inizio vi interesserà solo lavorare ed avrete voglia di accettare qualsiasi paga pur di mantenervi, soprattutto considerando la paga media in Italia, ma sappiate che questo non farà altro che favorire “il gioco” dei figli di buona donna che risparmiano sulle spalle degli ultimi arrivati. Alla fine dei conti dovrete solo limitarvi a chiedere di corrispondervi la paga minima, apparentemente nulla di folle, ma vi accorgerete che moltissimi ragazzi, vuoi per fame, vuoi per fretta, o magari per paura, accettano di buon grado qualsiasi condizione gli venga proposta.




Naturalmente il costo della vita qui è più alto che in Italia, molto più alto, per avere un’idea del costo medio della vita in Australia vi invitiamo a leggere questo articolo, ma è bene far notare che se ci sapete fare qui riuscirete a mettere da parte decisamente più soldi di quanti non vedesse il vostro conto corrente in Italia.
Per un sommario degli stipendi medi sulla base dei settori date un’occhiata alla seguente tabella (fonte Australian Bureau of Statistics):
Stipendi medi in Australia

Mentre di seguito trovate un dettaglio della media per stato:
Stipendio medio in Australia - Vado a vivere in Australia

È di vitale importanza capire che questi salari “medi” sono calcolati sulla base del totale stipendi Australiani, includendo dunque anche i cittadini e gli “Australian permanent resident”, ad abbassare infatti la loro media ci sono tutti coloro i quali che per via del visto, temporaneo, accettano una paga leggermente inferiore rispetto alla media di categoria. In ogni caso se un Sales Manager Australiano guadagna ad esempio $80.000/anno, è probabile che un immigrato con visto temporaneo accetti una paga inferiore di circa il 10%, quindi comunque più di $70.000.

Può una famiglia vivere con un solo stipendio?

Si lo so fa parte delle DDE ma è una domanda cui non è così semplice rispondere… La risposta immediata sarebbe: dipende! Se percepisci lo stipendio di Del Piero nel Sydney FC certamente si, se lavori in un autolavaggio certamente no (a meno che non sia di tua proprietà!). Ora è chiaro che tra i 2 estremi ci sono diversi livelli di salario, ma è bene sapere che visto il costo della vita in Australia tutto dipende dallo stile di vita che si vuole garantire alla propria famiglia.




In linea di massima possiamo affermare che una famiglia di 4 componenti, potrebbe vivere “degnamente” con un’entrata minima di $100.000/anno, so che sembrano tantissimi per essere lo stipendio di una sola persona, ma se si è qui da un pò e si fa una professione specializzata non è affatto difficile (c’è da dire che un pizzaiolo con esperienza, lavorando magari una 50ina di ore a settimana potrebbe agevolmente superare gli $85.000/anno, circa $32/ora, e questo discorso è valido per una marea di altre professioni.




Quando dico che un nucleo di 4 persone potrebbe vivere con uno stipendio di $100.000 ci sono diverse varianti da prendere in considerazione: la famiglia dell’esempio in questione probabilmente vive ad almeno 25km dal centro città (Sydney o Melbourne ad esempio), ha 1 sola auto, ed i componenti sono permanent resident/cittadini, il chè gli consente di avere una copertura sanitaria minima gratuita e accesso alle scuole pubbliche gratuitamente.
Il tema del dettaglio spese per una famiglia è un tema che comunque affronteremo separatamente.

Quanto e come viene tassato lo stipendio in Australia?

La risposta è semplice e diretta: è sufficiente consultare questa tabella direttamente dal sito dell’ATO (Australian Taxation Office), potete scaricarla cliccando qui! Solo per darvi un’idea sappiate che al di sotto dei $18.200/anno non vengono corrisposte tasse… Ma $18.200/anno qui in Australia sono davvero pochi… Solo $350/settimana!!!

È davvero molto semplice da utilizzare, diciamo che abituati alle buste paga Italiane non vi sembrerà vero notare quanto la tassazione sia semplice da applicare qui…

Vi riporto uno screenshot:
Tassazione stipendi Australiani
Nella prima colonna quindi dovrete inserire il vostro stipendio lordo settimanale, la tabella calcola automaticamente la tassazione da applicare per residenti (for tax purposes) nella colonna 2 e per non residenti (colonna 3).

ATTENZIONE! I residenti in questo caso non sono i “Permanent resident” di cui abbiamo parlato prima, bensì chiunque abbia speso almeno 6 mesi in Australia, quindi godrete molto presto della tassazione “vantaggiosa”. Molto spesso il datore di lavoro Australiano non saprà cosa scrivere nella dichiarazione ATO che viene fatta in fase di assunzione, pertanto conviene che vi ricordiate questo dettaglio.

Comunque vadano le cose, in caso di errori, non temete perché quando andrete a fare il ‘tax return’ a luglio vi verranno rimborsate le tasse che avrete pagato in più, o vi sarà chiesto di pagare se ne avrete pagate meno del dovuto! Il tax return altro non è che la dichiarazione dei redditi in versione Australiana (parleremo di questo in un altro articolo).

Superannuation, questa sconosciuta…

Pensione ragazzi! Si tratta semplicemente della pensione! Per farla breve (visto che avete già letto più di 1000 parole fino a questo punto dell’articolo) ogni 3 mesi il datore di lavoro deve versare una cifra (nel 2015 è almeno il 9,5% del vostro stipendio) sul fondo previdenziale di vostra scelta (o di sua scelta se non avete proceduto a farne una). Quando raggiungerete l’età per andare in pensione (se mai la raggiungerete ah ah…) avrete diritto a ricevere tutta la superannuation versata in un’unica soluzione… “Un botto di soldi” direte!!! No se considerate l’inflazione ed il fatto che tra 30 anni $100 saranno spiccioli.




Questo è il motivo per il quale molti lavoratori versano la ‘Super’ su fondi attraverso i quali maturano interessi, o comunque sottoscrivono pensioni addizionali. Ma anche questa, è un’altra storia (prima o poi qui ci sarà un link ad un articolo dedicato alla Superannuation).

Per chiudere vi riporto un semplice grafico che illustra la crescita degli stipendi medi in Australia:


source: tradingeconomics.com

Infine cari ‘potenziali immigrati’ quello che ci sentiamo di dire, anzi di urlare, è di arrivare qui sempre e comunque carichi di modestia e voglia di fare, entrambe di solito premiano sempre… Consapevoli che (come spiegato già in questo articolo sul lavoro in Australia) inizialmente dovrete saper accettare stipendi modesti (per via della posizione lavorativa e non per via della vostra nazionalità) in virtù del fatto che starete lavorando duramente sul vostro futuro. Non dimenticate poi che il paragone con gli stipendi Italiani unita ad una frequenza settimanale degli stipendi vi darà una percezione di ‘apparente benessere’, catapultandovi in una dimensione dalla quale difficilmente vorrete uscire!

Per qualsiasi info o suggerimento potete contattarci cliccando qui!

Contattaci!

Torna alla homepage

28 Commenti

  1. Complimenti per l’articolo,semplice e molto esauriente,finalmente qualcuno che spiega bene come funziona qui,oramai sono quasi 5 mesi che sono in OZ,e grazie a gente come te da cui mi sono potuto informare su molti aspetti pro e contro di questo paese me la sto cavando più che bene,e nonostante a me stia andando alla grande vorrei sottolineare quanto purtroppo sia indispensabile il fattore 4 da te elencato,culo ragazzi,ci vuole anche tanto culo,ma la fortuna qua se si é pazienti e determinati prima o poi gira!Complimenti ancora Angelo!

    • Ciao Genna!
      Grazie mille per i complimenti. La “missione” di VaViA, se così si può definire 😉 è proprio quella di fornire dati ed esperienze reali senza condirle con sprazzi di finto e sforzato ottimismo che spesso costella le informazioni online che si possono trovare relativamente all’esperienza Australia.
      Il lato B, fattore 4, o Culo è importante in ogni aspetto della nostra vita, questa è una verità assoluta 😛

      Continua a seguirci e grazie ancora!
      AD

  2. La faró breve. Io lavoro nel settore edile e proprio oggi vengo da una brutta esperienza. Il mio datore di lavoro un libanese di m…. dato che io ho deciso di cambiare lavoro perché mi aveva promesso 150 dollari al giorno e al momento della paga dopo tre settimane me ne ha dati solo 130, ha rifiutato di pagarmi gli ultimi quattro giorni (520 dollari) dicendomi che non mi conosceva. Non so come fargliela pagare e vorrei tanto la pagassero specialmente per evitare che qualcuno come me ci caschi. Spero che con quei soldi che mi ha rubato si compri la bara. Diffidate un pò da tutti qui siamo e resteremo solo immigrati.

    • Ciao Genna!!! Complimenti peri tuoi preziosi consigli!! Io verro’ in Australia a Settembre.Sono indeciso tra Sydney e Perth. Vorrei lavorare nel campo edile dv ho 12 anni di esperienza. Arrivo cn un WHV.
      Consigli? Grazie…

      • Ciao Luigi, non so se facevi riferimento al commento di Genna o all’articolo 😉 Comunque dipende da quale ruolo ricopri in Italia nel settore edile, in ogni caso con 12 anni di esperienza, vista l’espansione edile di Sydney e Perth, sarà molto semplice riuscire a trovare un impiego in entrambe le città, soprattutto se cerchi come operaio.
        Ovviamente dovrai conseguire la white card, che ti consentirà di lavorare nel settore construction (il settore edile in Inglese).
        Se cerchi nell’ambito della progettazione però molto dipenderà dalla tua conoscenza dell’inglese, che dovrà essere molto fluente.

        Per qualsiasi dubbio, non esitare a chiedere!
        A presto!!!

  3. Ciao Gennaro!
    mi spiace molto che tu abbia avuto questa esperienza così negativa con il tuo ex datore di lavoro. In ogni caso non c’è motivo di abbattersi o di credere che non ci sia modo di far valere i propri diritti, rivolgiti al Fair Work cliccando qui, invia loro la segnalazione e vedrai che ti assisteranno, l’importante è che tu abbia le carte in regola per lavorare.

    Non sono d’accordo con la tua ultima affermazione, non è giusto diffidare di tutti perché ci sono moltissimi datori di lavoro onesti, chiaro però che i furbetti (come da me detto nell’articolo) son sempre quelli che si fanno notare, l’importante è reagire e farsi valere.

    In bocca al lupo e a presto!
    AD

  4. Ciao! Ho letto il tuo articolo, molto interessante 🙂 Sto raccogliendo più informazioni possibili perché a Gennaio 2016 sto programmando di andare a fare un periodo di almeno 6 mesi a Sydney. Volevo chiederti un consiglio.. Io qui in Italia lavoro per un azienda da circa 5 anni, occupandomi però di amministrazione, e nel contempo ho conseguito la mia laurea in Comunicazione. Da qualche tempo ho cominciato a realizzare progetti miei di video promozione e comunicazione appunto, e il mio obiettivo sarebbe provare ad entrare nell’industria dell’animazione, o comunque lavorare in un contesto di creative thinking diciamo. Mi sto guardando un po’ intorno e ho visto che a Sydney le aziende ovviamente non mancano, quello che però volevo sapere è questo: arrivando io con un WHV dove potrei orientarmi a cercare lavoro con una laurea come la mia? Giusto per capire se, mentre ovviamente cercherò di trovare anche nei vari settori turistici che sono i più accessibili appena arrivati, dopo potrei orientarmi per far valere il titolo di studio che ho e le esperienze fatte fin’ora in Italia. Grazie dell’attenzione e attendo tuoi consigli! 🙂

    • Ciao Elisa,
      grazie mille per aver apprezzato l’articolo 😉

      Con Sydney, come anche con Melbourne, centri in pieno il tuo obiettivo, ovvero quello di trovare aziende appartenenti al contesto “creative thinking” per cosí dire.

      C’è però da dire che, come tu stessa hai constatato, non è semplice con un Working Holiday Visa far si che le tue skills ed i tuoi titoli vengano facilmente rispettati. C’è poi da aggiungere che le lauree italiane non vengono automaticamente riconosciute, per via del sistema di studi australiano. Il chè implica che tu debba procedere ad un riconoscimento delle stesse tramite esami integrativi, anche se onestamente non saprei nel caso specifico della laurea in comunicazione, come funziona la cosa.

      Cosí su 2 piedi mi verrebbe da dire che potresti avere ottime possibilità d’inserimento in ambito marketing anche se non mancano gli australiani vogliosi di esporsi in quel settore (che qui pare andare come Giurisprudenza in Italia 😛 ).

      Tieni poi in considerazione il fatto che la tua conoscenza dell’inglese dovrà essere ottima per poterti lanciare in quell’ambito, ma certamente all’inizio preparati alla solita gavetta fatta di Hospitality, Auto-lavaggi e Baby-sitting 😉

      Per qualsiasi informazione più dettagliata non esitare a contattarci tramite il nostro form, tramite email info@vavia.it o sulla nostra pagina Facebook fb.com/vadoavivereinaustralia.

      Ciao e a presto!

      Angelo

    • Ciao elisa,
      anche io sto programmando un trasferimento in australia e lavoro qui in italia da circa 7 anni nel settore marketing e comunicazione su internet con ampie conoscenze sviluppate per passione in ambito grafico e fotografico. Se ti va mi farebbe piacere discutere un pò con te relativamente al trasferimento in australia.

      Ti lascio la mia email marco.mascellini@Gmail.com
      ed il mio indirizzo skype Marcomascellini1

      Aspetto una tua risposta 😉

      Saluti a tutti e complimenti per il blog ragazzi

  5. Ciao complimenti..ascolta ho ricevuto un’offerta da una persona vicina a sidney..mi ha offerto auto telefono alloggio corso d’inglese di un anno pagatao e visti pagati più 2000$..premetto che lavoro nel settore delle porte da 11 anni e sono impiegato come responsabile di posa…quanto prende un prende uno con le mie mansioni li in australia? grazie mille

    • Ciao Luca,
      bisognerebbe prima capire i termini dell’offerta, quando dici “più $2000” intendi al mese? Settimana? Anno? E per quante ore di lavoro?
      Grazie e a presto!

  6. Ciao a tutti, complimenti per il vostro sito e per gli interessantissimi articoli. È da un po’ che ci sto pensando seriamente: ma secondo voi con una laurea in Ingegneria informatica e a 33 anni che possibilità avrei? C’è chi parla di stipendi pari ai 5000 euro al mese. Secondo voi sono bufale o realtà? Accetto qualunque consiglio e ringrazio sin da ora chiunque mi risponda.

    • Ciao Diego!
      Grazie mille per il tuo commento. 😉
      Iniziamo col dire che gli stipendi da 5000 euro al mese, quindi circa $7000 al cambio attuale, appena arrivati in Australia, sono un sogno 😀
      Ora, noi diciamo sempre che l’Australia da una possibilità a tutti, ma non bisogna prendere per oro colato tutto ciò che viene raccontato sull’Australia ed i suoi miti. Molto dipende dalla familiarità con la lingua inglese e con le proprie esperienze lavorative, in quanto non tutte le lauree godono di un riconoscimento immediato.
      Col giusto spirito di adattamento, soprattutto all’inizio, e mooooolta tenacia, lo stipendio di un ingegnere informatico può anche superare quella cifra. 😉

      Non esitare a contattarci per maggiori informazioni a riguardo.

      Ciao e a presto!

  7. Ciao a tutti e grazie per i vostri preziosi consigli!
    Sono un ingegnere gestionale e lavoro da 5 anni in una importante multinazionale, nel settore logistico.
    Vorrei avere un’esperienza a Sydney e sto pensando di chiedere un’aspettativa.
    Vorrei entrare con lo student visa per migliorare il mio inglese (ora livello upper-interm) prima di cercare occupazione nel mio ambito.
    Pensate ci siano possibilità occupazionali nel mio settore? Con quali stipendi?
    Inoltre, durante lo student visa, pensate possa trovare qualche lavoro per mantenermi? Oppure posso lavorare solo col WHV?
    Grazie per il vostro supporto!

    • Ciao Sara!
      Grazie per il tuo commento. Il tuo ruolo è decisamente versatile e quindi la risposta alla tua prima domanda è certamente SI! Questo rende la tua seconda domanda di difficile risposta ;), per via del fatto che trattandosi di un ruolo estremamente versatile, altrettanto versatili sono i settori e di conseguenza gli stipendi cui potersi riferire.
      Partiamo però col dire che la tua laurea non viene direttamente riconosciuta in Australia (come moltissime altre), pertanto l’esperienza dovrà fare da padrona, ma in linea di massima ci si può aspettare, con una conoscenza elevata della lingua, una paga superiore ai $50000/anno, per buttarla lí.

      Riguardo il visto, certamente puoi trovare lavoro durante lo student visa, quindi non sei costretta ad applicare per un working holiday, che limiterebbe la durata del corso da te scelto. Il nostro consiglio è comunque, qualora la tua voglia essere un’esperienza medio-lunga, di iscriverti ad un corso che sia inerente al settore nel quale vorrai affermarti, facilitandoti cosi la strada dopo aver acquisito un titolo australiano.

      Grazie ancora, per qualsiasi altra domanda, siamo qui! 😉

  8. salve ,è da poco tempo che seguo i vostri commenti e suggerimenti di chi vorrebbe trasferirsi in australia . è da un pò che penso a trasferirmi con la mia famiglia in australia per poter cercare di avere una vita più vivibile.
    ho circa 15 anni di esperienza lavorativa nel settore edile come , costruzioni di civile abitazioni e finiture e pavimentazioni, da circa dieci ani ho un'impresa per conto proprio , ma la pressione fiscale e la crisi non ci crea le condizioni per andare avanti.
    io e la mia compagna abbiamo due figli di 8 e 11 anni , tanta voglia di lavorare onestamente e di condurre una vita sana e tranquilla.
    accetteremmo molto volentieri qualche consiglio.
    vi inoltro i miei migliori auguri per il vostro lavoro svolto in rete.

    • Ciao Valter,
      spostarsi con la famiglia non è la cosa più semplice da fare ma è sicuramente fattibile a patto di possedere un grosso budget di partenza.

      Contattaci in privato se ti va, così da discutere i dettagli e rispondere alla tua domanda in maniera più precisa.

      Ciao!!!

  9. Ciao Angelo sono un poliziotto e siccome mi sono stufato della mentalità italiana vorrei provare a conoscere arte realtà lavorative, ho 27 anni e sono disposto a fare qualsiasi corso per professionalizzarmi in qualsiasi campo. Dici che sulla sicurezza si possa trovare qualcosa? Grazie ciao

    • Ciao Mimmo,
      ti capiamo perfettamente 🙁
      Si ci sono delle modalità che potranno consentirti di specializzarti in ambito sicurezza per far si che tu possa lavorare (più o meno) in un settore che già conosci.

      Se ti va contattaci a info@vavia.it per ricevere maggiori dettagli.

      Ciao e a presto!

      Ang

  10. Ciao sono Valerio ho 24 anni e lavoro da più di tre anni nel settore dei trasporti ho esperienza come autista di camion e vorrei trasferirmi in Australia per lavoro la mia domanda è :è possibile lavorare come autista di camion in Australia?

  11. Salve, sono un pizzaiolo da 9 anni e ho 27 anni, io avrei un colloquio a Roma con un titolare che ha un ristorante a Sydney in centro ( italian street kitchen)
    E mi ha spiegato un po' di cose e purtroppo non offre alloggio .
    La paga è di 22 dollari l'ora quindi 4400 dollari circa al mese , è una buona paga?
    Una volta che è situato in centro come mi comporto per l'alloggio? Cosa mi consigliate di trovare per almeno il primo mese per stare lì.?
    Poi lui mi ha parlato di sponsorizzazione dopo i 6 mesi per continuare a lavorare .
    Grazie mille per l eventuale risposta😊

  12. si cucca ? se si cucca ce vengo senno' vado altrove…..il mio problema non è il lavoro ma andare in un posto dove finalmente me la danno perché qui in italia ormai la danno solo ai soliti privilegiati con fisico alla Fabrizio korona e con il portafoglio ben pieno oppure a quelli che offrono tornaconti vari ….

  13. Buonasera, ho la possibilità di trasferirmi in AUS (Sydney), dove potrò lavorare come Market Manager per la stessa multinazionale per la quale sto lavorando da oltre 16 anni. Mi trasferirei con famiglia al seguito (moglie, figlia di 14 anni e figlio di 8). Considerando di prendere casa a Sydney (so che ci sono le scuole migliori) e di spostarmi a Glendenning (sede headquarter), quale dovrebbe essere lo stipendio annuo che permette di vivere dignitosamente ? Inoltre, avete consigli da dare per l'apertura di un negozio a Sydney (intimo femminile).
    Grazie e complimenti per il sito.
    Fabrizio

  14. buongiorno a tutti.
    vorrei andare lavorare a Melburn per almeno 7-8 mesi.
    Il mio problema:
    1- so pochissimo inglese, sono italiana con perfetto russo
    2. ho 68 anni assolutamente sana senza le rughe
    3. sono ingegnere andata in prepensionameno per malattia grave del figlio.
    4. posso tentare a quadagnare per poter curare il figlio?
    grazie per la risposta.
    p.s. esiste una comunità italiana che potrebbe aiutarmi all'inizio con il lavoro?

  15. Ciao a tutti
    sono un maestro d'ascia ed ho 57 anni vorrei gentilmente sapere se possibile, se ci sono opportunita' di lavoro per un uomo della mia eta'. Per chi non conoscesse il mestiere di maestro d'ascia e'colui che ripara e costruisce barche in legno. Grazie e aspetto una risposta. Ciao a tutti

  16. Salve, complimenti per l'articolo..davvero ben strutturato.
    Sono un giovane fisioterapista..sono stanco della società italiana ed avrei voglia di proseguire il resto della mia vita in un posto bello come l'Australia..ho una discreta conoscenza dell'inglese(che sto comunque studiando ed approfondendo)..secondo voi con questa professione ho i requisiti per ottenere un dignitoso posto di lavoro in australia ? Riuscite a darmi qualche consiglio?
    Ringrazio anticipatamente e pongo i miei piu cordiali e sinceri saluti.