QUESTA È LA SECONDA PARTE DI “WORKING HOLIDAY VISA: TUTTE LE STRONZATE ALLE QUALI NON DOVETE CREDERE!” SE SEI CAPITATO QUI PER SBAGLIO, CLICCA QUI PER LEGGERE LA PRIMA PARTE

 

DIVENTERÒ RICCO LAVORANDO IN MINIERA!

Keep-mining-boys-there’s-gotta-be-karma-here-modSi raccontavano leggende secondo le quali andando a lavorare in miniera in Australia si potessero guadagnare cifre da capogiro nell’ordine degli $8000/settimana (si avete letto bene, a settimana!).

Come tutti sappiamo, le leggende hanno sempre qualcosa di vero, ed effettivamente in passato, ma anche oggi, è ancora possibile guadagnare quelle cifre, ma ci sono alcuni dettagli da tenere in considerazione:
-Quali sono le vostre esperienze nel settore minerario?
-Avete la benchè minima idea di cosa significhi lavorare in miniera in termini di sforzo e rischi?
-La maggior parte dei villaggi circostanti le miniere, per lo più nello stato del Western Australia, hanno un costo della vita proibitivo, già quello medio australiano non è basso. Mi era stato personalmente offerto un lavoro (non nel settore minerario) a Karratha, un paese di 16000 abitanti nel nord ovest dell’Australia, mi informai relativamente al costo degli affitti ed altre spese… Vi dico solo che l’affitto minimo si aggirava sui $2000/settimana, ed ammesso che ci fosse un posto dove mangiare una pizza, il costo non sarebbe stato inferiore ai $50, A Sydney e Melbourne si mangia una buona pizza spendendo circa $22.

Pertanto, a meno che non siate qualificati per questo tipo di lavoro, e con un forte spirito di sacrificio, lasciate perdere.

SPERO DI TROVARE ALTRI ITALIANI CON CUI CONVIVERE: NON CONVIVETE CON I VOSTRI CONNAZIONALI… NON VI ADATTERETE MAI AL MONDO ESTERNO

Il titolo di per sè spiega già tutto: fa certamente comodo e risulta facile circondarsi di amici Italiani (ed è perfetto, tutti gli Italiani in qualsiasi parte del mondo hanno amici Italiani) ma non andate a viverci insieme, non affinerete mai la lingua, e soprattutto non c’è niente di più bello del relazionarsi con gente locale, o proveniente da altre parti del mondo, con i quali sarete costretti(per fortuna) a parlare in Inglese. Se ci aggiungete che avrete lavorato in un ristorante Italiano dopo un anno di Working Holiday vi ritroverete con una conoscenza dell’Inglese inferiore a quella con la quale siete arrivati.

OK MAGARI NON DIVENTO RICCO MA ALMENO MI COMPRERÒ LA MIA AUTO

Working Holiday Visa - Vado a Vivere in AustraliaPer quale motivo? Ok è una comodità e certamente in Australia non è complicato acquistare un auto, anche se si è sotto WHV, ma poichè nella maggior parte dei casi arriverete a Sydney, Melbourne, Brisbane, Perth o Gold Coast, dove i collegamenti interni sono abbastanza frequenti ed efficienti e considerando che non avrete un grosso budget, vi ritroverete ad acquistare un’auto vecchia di almeno 15 anni con più problemi del Titanic dopo lo scontro con l’iceberg.
Non c’è motivo alcun reale motivo di acquistarne una, se mettete anche in conto che alla scadenza dell’anno, qualora dobbiate lasciare il paese, dovrete trovare un modo veloce per venderla, anche se certamente ci riuscirete, svendendola.
Infine l’auto ha i suoi costi anche in Australia, come nel resto del mondo, carburante, assicurazione e registrazione sono più economiche proporzionate all’Italia, ma per chi è da poco in Australia con un lavoro non eccessivamente remunerativo, resta comunque una spesa alta cui far fronte.
Se poi fate un lavoro con orari assurdi, in posti non facilmente raggiungibili coi mezzi pubblici, allora il discorso cambia.

SE NON TROVO LO SPONSOR ENTRO 9 MESI, O UN’AUSTRALIANA/O DA SPOSARE, CERCHERÒ UNA FARM IN CUI COMPLETARE GLI 88 GIORNI

SKangaroo wedding - Vado a Vivere in Australiaiete in Australia da 8-9 mesi, lavorate, ma non si respira aria di sponsor, quindi decidete di cercare una farm che vi consenta di spendere i fatidici 88 giorni per far si che possiate accedere al secondo anno di working holiday visa (se volete saperne di più riguardo le farm, leggete qui).
Realizzate presto però che 88 giorni equivalgono a 3 mesi, che magari è il tempo residuo del vostro visto, ed anche nel caso in cui troviate subito una farm che vi faccia lavorare, non è detto che abbia bisogno di voi per 88 giorni. Il chè vi porterà a cercarne un’altra. Non attendete quindi gli ultimi istanti per valutare l’opzione farm, se rientra davvero nei vostri progetti l’idea di applicare per un secondo working holiday visa.

Questo sito resta un’ottima risorsa se siete alla conquista degli 88 giorni!

VADO, LAVORO, E TORNO COL BOTTINO!

working holiday visa AustraliaOk avete deciso di trascorrere un anno in Australia per fare un’esperienza nuova ed allargare i vostri orizzonti, molto romantico e apprezzabile, ma alla fine penserete: “ho messo qualcosa da parte, ora posso andarmene in giro per un pò e poi si vede”.
Non fa una piega, ma fermatevi un attimo a pensare al vero motivo che vi ha spinti fino in Australia, e chiedetevi cosa vorrete fare dopo, lo so la risposta non è sempre lí pronta, o magari volete evitare di pensarci, ma considerate con attenzione che qualora sfiorate anche solo lontanamente l’idea di tornare in Australia, magari con uno Student Visa, poichè unica opzione dopo il working holiday, dovrete mettere in conto la spesa del corso di studi che avrete scelto, nonchè quella del visto stesso, e a quel punto il vostro “bottino” si ridurrà notevolmente.
Lungi da noi l’idea di abbassare le vostre aspettative di libertà “post-working holiday”, il sottoscritto non perde occasione per partire alla volta di un nuovo paese e scoprire sempre qualcosa di nuovo non appena sia possibile, quindi non posso che essere un sostenitore della filosofia ‘lavora, guadagna e viaggia’, dico solo di valutare bene e cercare almeno di stimare i vostri progetti nel futuro più vicino per non rimanere troppo delusi dopo.

OK MI AVETE SPAVENTATO ABBASTANZA. QUINDI? NON PARTO???

scared baby - vado a vivere in australiaSe dopo questa lettura vi è passata la voglia di partire allora tornate a leggere altri articoli per far si che la voglia si riaccenda. : )

Ironia a parte, uno degli obiettivi principali di ‘vadoavivereinaustralia.com‘ è quello di dare una visione reale e concreta di quella che può essere la scelta di emigrare in Australia, con qualsiasi visto vogliate. Nel caso specifico di questo visto poi abbiamo sentito il dovere di scrivere qualcosa che fosse fuori dalle righe in quanto di articoli che invitano i giovani di tutto il mondo a cercare il loro futuro in Australia ce ne sono fin troppi.

Era dunque d’obbligo aprire gli occhi su aspetti raramente trattati che potrebbero lasciarvi delusi una volta sul posto.

Ci auguriamo di esserVi stati utili e qualora questo articolo vi abbia convinti maggiormente sull’idea di applicare per il vostro WHV, allora cliccate qui e procedete! Buona fortuna!

Per qualsiasi dubbio, informazione, o qualora vogliate raccontare la vostra esperienza, non esitate a contattarci compilando questo form.

Condividi
Articolo precedenteTrasferirsi in Australia… Informazioni di sopravvivenza!
Prossimo articoloWorking Holiday Visa… Tutte le info necessarie!
Dopo aver girovagato tra una nazione e l'altra (compreso un viaggio alla scoperta dell'Australia) e tuffandosi da un'esperienza lavorativa all'altra, si trasferisce a Sydney all'età di 28 anni, dove vive da quasi 3 anni. L'incontro con Andrea, durante un'esperienza lavorativa, sancisce, a distanza di 2 anni, la nascita di Vado a Vivere in Australia. Ah... Ha scoperto che scrivere non è poi così male come hobby.

4 Commenti

  1. Ciao, sono in Australia da circa 5 mesi, ma è vero che con un whv difficilmente le agenzie ti affittano una casa anche se puoi dare garanzie economiche? E può coesistere insieme la medicare ed un assicurazione privata? (Chiaro che l assicurazione privata avrebbe un po’ di extra non previsti dalla medicare) perché a sentire la gente di qui con medicare sei più coperto rispetto alla stipula di un assicurazione privata base. Grazie.

    • Ciao Virginia!
      in realtà è possibile affittare casa anche se al momento avete un working holiday visa. Il discorso è che tenendo conto che avete un tempo residuo di 7 mesi, ed un contratto di affitto minimo è di 6 mesi, un’agenzia è restia ad accettare la richiesta di chi ha un visto in scadenza breve (e come sai le richieste che le agenzie riceve son sempre molte). Potete però sempre tentare di affittare casa direttamente con l’owner (proprietario) che di solito pone meno restrizioni. Io personalmente affittai la mia prima casa quando avevo ancora il working holiday visa, quindi è decisamente fattibile 😉 bisogna solo cercare meglio.
      Riguardo medicare ed assicurazione, assolutamente si, possono coesistere, anzi per l’economia Australiana DEVONO coesistere, poichè la seconda è a pagamento 😉 . E ti confermo che un’assicurazione privata copre extra che la medicare non prevede, ma dipende dal pacchetto che stipuli. Inoltre, la differenza principale (per la quale molti dicono che sia meglio Medicare) è che con la tessera Medicare non devi anticipare il pagamento ed attendere il rimborso, come avviene per un’assicurazione privata. Infine, molte spese sono coperte da Medicare al 100%, mentre le assicurazioni private ti rimborsano mediamente il 60% (dipende sempre dal pacchetto selezionato).

      Spero d’esserti stato utile.
      Ciao e a presto!
      A